Ghost Recon Wildlands, che ci offre un assaggio del prossimo capitolo della serie Ghost Recon in uscito a marzo. Ghost Recon Wildlands è ambientato in Bolivia, “il più bello e pericoloso posto sulla Terra”, e sarà diviso in 21 regioni, con 26 boss e 11 diversi biomi. I biomi includono montagne aride, altipiani, canyon, foreste, pianure, giungla, colline, laghi e cascate, paludi e Yungas boliviane.

Ghost Recon: Wildlands, era stato annunciato a sorpresa al termine della conferenza Ubisoft all’E3 2015, catturando subito l’attenzione per la portata del progetto, con gli sviluppatori impegnati a riprodurre un intero stato in cui ambientare le vicende della squadra Ghost. Il gioco è tornato a mostrarsi in occasione del consueto appuntamento con la kermesse losangelina, mostrando finalmente il suo gameplay al grande pubblico.

Ghost Recon Wildlands offre al giocatore una grande libertà. Potrete affrontare tutto il gioco in solitaria o con un team fino a tre amici in co-op, con i quali potrete vagare per questa enorme area di gioco. Potrete decidere con flessibilità se affrontare la storia del gioco, missioni o obiettivi, o se utilizzare diversivi, la furtività, la tattica o la violenza diretta per avere la meglio sui vostri nemici.

La open beta di Ghost Recon Wildlands sarà disponibile, stando a quanto riferito, “nel prossimo trimestre”: considerando che l’attuale trimestre inizia ad ottobre e termina a dicembre, possiamo presumere che arriverà, all’incirca, nei primi mesi del 2017. “Può davvero diventare un gioco rivoluzionario; possiamo paragonarlo allo standard di qualità di The Division, uscito l’anno scorso”, ha affermato Guillemot, che poi ha specificato che il feedback ricevuto per il titolo è stato fino ad ora “eccellente”. Infine, è stato confermato che oltre all’open beta, ci saranno anche delle closed beta: questi test aiuteranno i giocatori ad avere un primo assaggio del gioco, e a comprendere le sue meccaniche di gioco basilari.

Close